sabato 29 ottobre 2011

Una striscia

Una sola.
Sul test di gravidanza che ho fatto alcuni giorni fa per sicurezza: dopo il capoparto due mesi fa non ho avuto più nulla.
Finestrella del controllo test colorata, finestrella dell'esito bianca: non incinta.
(Uff... sospiro di sollievo).
L'anno scorso più o meno di questi tempi avevo scoperto di essere incinta, sai che divertimento ad avere due figli a un anno esatto di distanza? giusto ora che mi sto abituando ad averne una per casa!

E però, però...
Saranno gli ormoni ancora ballerini, sarà la follia da neomamma, ma (<blush > non mi sarebbe poi dispiaciuto così tanto. Anzi, confesso che una piccola parte di me (una parte fuori di testa, evidentemente) non vede l'ora di avere un altro neonato tra le braccia per un semplice motivo: per potermelo godere fin dal primo momento.
 Con Elena ho impiegato almeno un mese per rilassarmi e guardare la pupa senza sentire una morsa di inadeguatezza. Ora immagino più sicurezza, più consapevolezza: non sarei tramortita nel passaggio dalla teoria alla pratica della maternità.
Certo,  ogni gravidanza e ogni figlio sono a sé, ma diciamoci la verità, al secondo figlio sei più preparata. Comunque andasse il parto, non sarei sotto choc come per Elena, e affronterei con più filosofia anche la faccenda dell'allattamento. Sarei meno disperata durante le sessioni di pianto perché saprei per certo e non per sentito dire che prima o poi quella fase finisce. E poi Elena avrebbe qualcuno (anzi, qualcuna, perché riesco a immaginare solo un'altra femmina, ho anche il nome!) con cui crescere insieme...

E se poi non fosse una bimba tranquilla come la sorellina? se il karma mi mandasse un terremoto ingestibile?
Pochi giorni fa ho sentito due amiche che hanno avuto il secondo figlio da pochissimo, ed entrambe erano nel pieno della fase "Machimmelaffattofà", più preoccupate per il primogenito che per il neonato. Hmmm.... a questo sarei pronta? Più in generale, esiste il momento in cui si è pronti per il secondo figlio?

PS. Domanda tecnica: a voi il ciclo dopo il capoparto si è stabilizzato subito? che faccio, compro un altro test?

8 commenti:

  1. Beh col secondo figlio si è mooolto più rilassate, ovviamente più esperte, più serene, sappiamo che se piangono 5 secondi in più non gli succede niente, se li trattiamo un po' meno come se fossero di cristallo non li rompiamo, insomma sappiamo ciò che si deve fare, al di là del fatto che ogni bambino ha il suo carattere, ma lo si affronta molto meglio!
    Fra i miei due c'è una bella differenza d'età, la Pupa ha quasi 9 anni, il Pargolo 10 mesi... non mi sentivo pronta, poi d'improvviso eccola la, una voglia matta di avere un altro frugoletto fra le braccia, e ora lo guardo e penso a quanto passa in fretta il tempo, molto più che con il primo, proprio perché non abbiamo più quell'ansia della prima volta!

    A me il ciclo non mi si è regolarizzato per niente, mi sembra peggio di prima! Mah!

    RispondiElimina
  2. A me le mestruazioni sono tornate con il primo al sesto mese, con la seconda al terzo e con la terza al nono! Ne ho fatti di test per sicurezza! Anche perchè tra la seconda e la terza effettivamente sono rimasta incinta... (Anche se purtroppo non a buon fine... Ma lasciamo perdere va'). Però non sei matta... perchè anch'io, ogni volta che il test era negativo, una parte di me era un po' dispiaciuta. ma solo una parte eh! ;-)

    RispondiElimina
  3. io non ho questo problema perchè la prima è stata il mio terremoto...insomma se ci sarà un secondo dovrebbe capitarmi calmo...no? se no mi butto giù dalla finestra :)
    io credo che per il secondo non si è mai pronti...perchè questa volta sai tutto.

    RispondiElimina
  4. Anche a me piacerebbe avere presto un altro bimbo.....ma non così presto! Mi sono fatta prescrivere la pillola appena smesso di allattare....e il ciclo è tornato subito regolare, credo anche grazie alla pillola!

    RispondiElimina
  5. il mio ciclo non è mai stato regolare, ma ho ripreso subito la pillola per cui non so se si stabilizzerebbe da solo adesso. ma non penso...
    l'ipotesi di un secondo figlio l'ho accarezzata già qualche giorno dopo il parto, ma a pensarci bene non so davvero come andrebbe, stavolta sarei quasi del tutto da sola in casa... e dato che penso all'espatrio dovrei gestire ambientamento e gelosia della sorellina... in contemporanea !! Brrrrr!!! meglio che non ci pensi e che mi butti e basta! :D

    RispondiElimina
  6. p.s. sono arrivati due commenti al tuo racconto, se ti va.

    RispondiElimina
  7. 15 mesi senza...attendo, prima o poi... http://blog.libero.it/Artemisiagent/10790984.html

    RispondiElimina
  8. L'infertilità è stata e continua ad essere un problema colossale che gli specialisti di tutto il mondo si preoccupano di risolvere. La ricerca continua sia nella direzione delle questioni cliniche - nuovi farmaci, nuovi regimi di trattamento per ridurre i rischi di complicazioni come l'iperstimolazione ovarica, sia nel campo dell'embriologia - nuovi mezzi e metodi di coltivazione degli embrioni, nuovi dispositivi e attrezzature.
    Lo scopo di questa ricerca è di aumentare l'efficacia del trattamento e la nascita di bambini sani. Dai un occhiata e molto interessante- Feskov

    RispondiElimina